Un grammo della potenza di Dio

Se gli abbracci avessero un grammo della potenza di Dio,
ti salverei io.
Distribuirei miracoli, come il contadino sparge le sementi, 

vedresti ridursi in numero le misere genti. 
A me non importerebbe della menzogna diffusa, 
che serve il dolore, 
per apprezzare il bene, la vita e l’amore. 
Non può, la felicità, rinnovarsi all’infinito, 
senza che nulla che inizi sia poi finito? 
Possiedo molto meno di un grammo, 
per mutare la realtà fisica…
Ed è composto così: 
le mie braccia, il mio amore, le mie intenzioni. 
Le limitate possibilità delle umane azioni. 
Com’è possibile che io farei tutto, 
mentre il creatore di tutto rimane occulto?

Giuseppe Circiello

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...