Sorseggiamo noi

Nella notte, mi chiami: ti è cresciuto un fiore sul petto.
Delicato come la tua nudità, non puoi reciderlo.
Avrà sete, questa nuova sorgente –
ma io sono infiammabile adesso,
basta un raggio di luna a finirmi:
ora posso schiudermi e aprirmi.
Temo di bruciare questo miracolo che non aspettavo.
Ma c’è quel liquido che sprigionavo
dal giorno in cui anch’io ero vivo
e amavo.
Posso amarti molto di più –
in legami e lotte e negli intrecci che vuoi:
nell’amore sorgiamo e sorseggiamo noi.

Giuseppe Circiello

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...